Barba ed Estate: amiche o nemiche?

Con l’arrivo della stagione calda uomini e donne tendono ad apportare qualche modifica al proprio aspetto. Come avviene per il guardaroba, anche la propria immagine subisce un cambio di stagione, ad esempio con un nuovo e fresco taglio di capelli. Gli uomini, in particolare, cominciano a guardare con occhi diversi i propri peli sul viso e sono in molti a prendere la sofferta decisione di radersi completamente o accorciare drasticamente la propria barbaBarba in estate

Sebbene questa potrebbe sembrare la giusta soluzione per avere un look più estivo ed affrontare il caldo opprimente, la verità non è proprio come ce l’aspettiamo. La barba infatti è un alleato naturale nella lotta contra l’aumento di temperatura, questo principalmente per la sua capacità di fungere da barriera protettiva contro i raggi UV.  Una peluria abbastanza folta è in grado di bloccare i dannosi raggi solari prima che arrivino alla delicata pelle del viso. Inoltre mantiene il derma idratato grazie alla produzione di oli naturali rilasciati dai follicoli piliferi, che contrastano secchezza e disidratazione preservando l’equilibrio della pelle.

Se dunque radersi non sia assolutamente necessario, è altrettanto vero che la barba, soprattutto in estate, porti qualche svantaggio. Al mare ad esempio, ogni barbuto sa quanto possano essere fastidiosi i peli increspati dalla salsedine e quanto sabbia e sole aumentino il prurito al di sotto di essi. In aggiunta, i raggi ultravioletti tendono ad indebolire la cheratina che costituisce i fusti dei peli. Questi diverranno secchi, ruvidi e molto fragili, fino a spezzarsi.

Per questi motivi, se si decide di non cedere alla rasatura, occorre attuare degli accorgimenti per mantenere la propria barba in salute, anche una volta sopraggiunte le alte temperature. Barba ed estate 2

Per prima cosa, se si trascorrere qualche giorno al mare o in piscina, è fondamentale sciacquarsi il viso appena usciti dall’acqua, così da eliminare la salsedine, residui di sabbia ed il cloro. E’ anche consigliabile l’utilizzo saltuario di uno shampoo da barba per assicurarsi di rimuovere tutte le impurità.

Altro fattore importante sarà l’idratazione. L’utilizzo di un balsamo idratante o di un olio da barba impedirà ai peli di inaridirsi e li proteggerà, non solo dal sole, ma anche dal sale e dal cloro, che causano la perdita d’acqua con conseguente disidratazione di pelle e barba. Come per i capelli, esistono oli a base naturale appositamente pensati per proteggere barba e baffi dai raggi UV, esattamente come la crema solare fa con la pelle. Cura della barba in Estate

Per quanto riguarda l’abbronzatura invece, la barba può costituire un ostacolo. La cute al di sotto dei peli, viene protetta dai raggi dannosi, ma inevitabilmente non può acquisire un’abbronzatura uniforme come nel resto del viso. In questo caso, se si possiede una lunga e folta barba, a cui non si vuole rinunciare, il consiglio è di mantenerla tale, la differenza di colorazione in questo caso sarà impossibile da notare. Se invece avete una barba corta e magari non uniforme, è consigliabile radersi all’inizio della bella stagione, abbronzare il viso, senza dimenticarsi un’appropriata protezione solare, e lasciar ricrescere la barba come la desiderate, in modo da eliminare le discromie sottostanti.

Altro particolare importante è la velocità con cui i peli crescono d’estate, la barba infatti cresce più rapidamente durante la bella stagione. Questo è determinato dall’esposizione al sole e alla conseguente maggiore assunzione di vitamina D. Questa sostanza è indispensabile per la nostra salute ed è in grado di aumentare i livelli di testosterone, responsabile della crescita dei peli e perciò anche di barba e baffi. A causa di ciò occorrerà una regolazione più frequente e un’attenzione quotidiana maggiore.

Leave a comment

  • Registrati

Nuova Registrazione

Hai già un account?
Entra O Resetta la password