Cura e manutenzione del pennello da barba

Avere nel proprio kit un pennello da barba di alta qualità è di sicuro un bonus nella routine quotidiana. Da un lato un vero e proprio elemento di classe, dall’altro un alleato nel processo di rasatura.

Possedere gli strumenti migliori non è l’unica parte importante, saperli utilizzare nel modo corretto è altrettanto fondamentale per un risultato ottimale, ed evitare inconvenienti. Pennello da barba

Anche per quanto riguarda il pennello, esistono delle modalità di utilizzo ben precise, che se applicate correttamente possono davvero facilitare le routine di ogni uomo.

Spesso purtroppo, una volta adoperati, si crede di aver terminato la procedura e si va a sottovalutare la cura dei nostri strumenti. 

Il pennello, così come rasoio e spazzola da barba necessità di costante pulizia e manutenzione. Setole sporche e rovinate possono portare più danni che benefici, soprattutto quando si tratta di materiali naturali. Nodo di tasso

Ciuffi di origine animale, ad esempio i pregiati di tasso o i più comuni di maiale, hanno notevoli vantaggi, trattengono infatti meglio l’acqua e il calore, ma sono anche più delicati e necessitano di maggior cura. Vanno perciò maneggiati seguendo qualche accorgimento in più.

Per prima cosa, per ottenere un risultato impeccabile ed evitare la rottura delle setole, devono essere immersi nell’acqua tiepida per un tempo maggiore, rispetto ai pennelli da barba con ciuffi sintetici, in modo che possano acquisire la flessibilità necessaria, per una perfetta applicazione del sapone da barba e prevenire il danneggiamento del ciuffo. Nodo di maiale

Anche la pulizia necessita di attenzione maggiore e deve essere eseguita dopo ogni utilizzo. 

Il passaggio più importante, una volta terminata l’applicazione del sapone, è l’eliminazione si quest’ultimo dalle setole. Bisogna fare estrema attenzione a non lasciarne alcun residuo. Questo infatti, lasciato seccare senza essere rimosso, irrigidirà i ciuffi che andranno inevitabilmente a spezzarsi. 

Una volta sciacquato in acqua tiepida, occorre eliminarla quanto più possibile, prima strizzandolo delicatamente nel lavandino e poi tamponandolo con un panno. A questo punto va lasciato asciugare, preferibilmente a testa in giù, in ambiente aperto, dove l’acqua possa evaporare il prima possibile. 

Altro nemico giurato del vostro pennello è il calcare, come i residui di sapone, irrigidisce le setole, diminuendone l’efficacia e aumentandone la fragilità. Bisogna controllare che non si depositi a livello del nodo e in caso procedere a rimuoverlo quanto più delicatamente possibile. 

Saltuariamente si può trattare il ciuffo con del balsamo per capelli, per ravvivare e ammorbidire. Bisogna però assicurarsi che il prodotto non abbia azione impermeabilizzante, che impedirebbe l’assorbimento dell’acqua, necessario per utilizzare lo strumento. Anche questo, una volta applicato, distribuito e lasciato agire qualche minuto, va rimosso completamente con acqua tiepida. Manutenzione pennello da barba

Altro aspetto importante, sia durante l’attivazione che mentre si esegue la pulizia, è evitare, per quanto è possibile, che l’acqua raggiunga il manico. Manici in resina e in metallo non si deteriorano come quelli in legno, ma un eccessivo rigonfiamento e aumento di volume delle setole a livello del nodo, può comunque danneggiare il manico e portare alla perdita dei peli.

I pennelli con setole sintetiche, non hanno la capacità di trattenere acqua e calore come i prodotti naturali, ma hanno il vantaggio di avere una manutenzione ed una pulizia molto più semplici. Essendo meno delicati possono essere sterilizzati con prodotti più aggressivi e antibatterici, senza paura di danneggiare il ciuffo. Inoltre hanno tempi di asciugatura nettamente inferiori.

Leave a comment

Registrati

Nuovo Account

Hai già un account?
oppure Accedi oppure Reset password